Palazzo dei Congressi Roma

Il palazzo dei congressi da un punto di vista stilistico va detto che il suo autore, l’architetto Adalberto Libera, volle conferire innanzitutto un aspetto nobile ed elegante alla sua opera, facendo convivere linee moderne con un generale gusto classico: l’acutezza delle soluzioni architettoniche, la pulizia delle forme e la cura del dettaglio fanno oggi del Palazzo dei Congressi un esempio rilevante di architettura razionalista, ammirato in tutto il mondo.

È giusto considerare il Palazzo come un vero e proprio monumento in grado di confrontarsi con la storia; per dare un’idea della sua imponenza, si può ricordare che il solo Salone dei Ricevimenti è un vano cubico di ben 38 metri di lato, un’area in grado di contenere l’intero Pantheon.

Altri spazi di grande interesse sono la Sala dei Congressi, oggi Aula Magna (ristrutturata in tempi recenti dall’architetto Paolo Portoghesi), una spettacolare Terrazza con giardini pensili ed un Teatro all’aperto, tutte opere dello stesso Libera destinate alle manifestazioni.

 



 

 

 

 

 
Altri articoli...